Rinascimento Politico

Nei tempi duri, forse durissimi, che ci attendono, la sola speranza della democrazia è nella politica di chi propone progetti realizzabili. Solo con questa politica riusciremo, a fare sì che le nostre società rifioriscano in un nuovo Rinascimento.

Per le democrazie ai tempi della crisi il futuro sta nel rilancio dei valori.

Nel 1918 Max Weber scriveva un saggio, La politica come professione, che è illuminante già nel titolo, e che stabilisce una volta per tutte che il problema è che si è consolidata e moltiplicata una popolazione che vive di politica e che non sa fare altro.

Il parlamento nazionale come i Consigli Regionali non dovranno essere composti da politici professionisti.

Le Camere e i Consigli Regionali si riuniranno quattro volte all'anno per tre settimane. Questo permetterà ai parlamentari di mantenere le loro attività professionali e lavorare tra una sessione e l'altra.

Con questo necessario cambiamento i parlamentari saranno più vicini ai problemi dei cittadini elettori e facendo anch'essi parte del mondo del lavoro potranno portare la loro esperienza professionale all'interno delle discussioni parlamentari.

Continua

 

jhgjg

  1. I SOLDI CI SONO, VENGONO BUTTATI

    by
      E’ fondamentale capire questa questione. Il sistema Italia va riformato perché è la causa prima della povertà, della disoccupazione e del rallentamento economico. Il nostro paese è stretto in una tenaglia a tre ganasce: burocrazia demente, corruzione, infrastrutture antiquate. La burocrazia dà potere ai politici e ai funzionari pubblici e...
  2. L’UNIONE EUROPEA

    by
    L’Europa di oggi non è certo quella del 1958, di cui l’Italia fu tra i fondatori, pensata e nata su un piede di assoluta parità tra i suoi membri. Gli sviluppi successivi, infatti, i vari allargamenti succedutisi (in modo particolare quello sciaguratissimo da 15 a 27 Paesi), nonché la crisi...
  3. GOVERNARE IL PATRIMONIO PUBBLICO

    by
    Per risolvere i problemi del Paese basterebbe iniziare a valorizzare ciò che abbiamo Lo Stato italiano è proprietario di ingenti beni. Gran parte di questi, che forniscono utilità indispensabili per garantire la sovranità dello Stato o la sua capacità di offrire servizi pubblici, non possono essere trattati come fossero proprietà...