Rinascimento2020 si propone come servizio pubblico a disposizione di tutti i cittadini italiani che desiderano contribuire a progettare e costruire per tutto il Paese un futuro in cui credere.

Sostieni la Proposta di Legge di Iniziativa Popolare.

Clicca sul link UN NUOVO SISTEMA FISCALE PER IL RILANCIO DELL’ECONOMIA dove poi leggere la Proposta di Legge.

Il Rinascimento italiano è quella civiltà culturale ed artistica nata a Firenze e diffusasi poi in tutta Europa dalla metà del XIV secolo a tutto il XVI secolo, che ebbe come obiettivo primario il recupero e la rivalutazione della classicità antica come modello della naturalità dell’uomo e dei suoi valori terreni, mettendo in discussione la visione religiosa che aveva influenzato la cultura di tutto il periodo medioevale.

Oggi è necessario un nuovo Rinascimento che abbia come intento principale il recupero e la rivalutazione dei valori sociali, della centralità del lavoro come motore dello sviluppo, e dello scopo nobile che deve avere la politica non più dominatrice, ma al servizio della comunità.

RINASCIMENTO 2020 è nato per dare la possibilità a tutti i cittadini di colmare le lacune della classe politica italiana non in grado da sola di governare il Paese verso il futuro, e che non è stata in grado a 70 anni dalla nascita della Repubblica Italiana di dare piena attuazione alla Carta Costituente.

L’obiettivo del sito è quello di supportare al di fuori del Parlamento il sistema politico con gli strumenti forniti dalla nostra CARTA COSTITUZIONALE contribuendo a formulare proposte di legge che nascono per soddisfare i reali bisogni dei cittadini e condurre il Paese verso un nuovo Rinascimento entro il 2020.

REGISTRATI 

ENTRA NEL GRUPPO ECONOMIA

diventa firmatario della Proposta di Legge da presentare in Parlamento.

Nelle tre pagine tematiche “RINASCIMENTO SOCIALE”, “RINASCIMENTO ECONOMICO” e “RINASCIMENTO POLITICO” potrai postare la tua PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE che potrà essere presentata in Parlamento dopo che avremo raccolto le necessarie 50.000 firme a sostegno.

Nella pagina “CARTA COSTITUZIONALE”, potrai esprimere la tua opinione sulla sua modernità postando la tua PROPOSTA PER LA MODIFICA DI UN ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE ITALIANA che ritieni necessario di variazione. Ti ricordiamo che i primi 12 articoli non possono essere soggetti a modifica.

Nella pagina PROGETTI PUBBLICATI potrai giudicare, proporre modifiche, votare le PROPOSTE DI LEGGE e contribuire alla raccolta delle firme necessarie per poterle presentare in Parlamento.

La richiesta di partecipazione attiva lanciata da RINACIMENTO 2020 parte dalla considerazione che noi italiani siamo disorientati, alla ricerca di certezze nel futuro che non vediamo. Aspettiamo che le nostre attuali classi dirigenti trovino le soluzioni ai problemi di degrado sociale e mancanza di lavoro ormai prioritari. Manca la visione di come sarà il futuro del nostro Paese, quando i figli del baby boom saranno ottantenni e peseranno sulla generazione dei loro figli e dei loro nipoti.

Quale eredità lasceremo alle prossime generazioni?

Compito della politica è proprio quello di dare a milioni di cittadini il progetto di come dovrà diventare il nostro Paese nel prossimo futuro partendo dalla valutazione delle potenzialità date dalle risorse naturali e culturali disponibili sul nostro territorio.

In campo sociale abbiamo bisogno:

·         di valori sui quali costruire una società più matura, ripartendo dal rispetto dei doveri nei confronti delle leggi e dei diritti del prossimo.

·         di sicurezza per noi e per le nostre proprietà, garantita da una rigida applicazione delle leggi da parte delle istituzioni.

·         di una giustizia “chiara”, non interpretata da chi l’amministra, ma applicata in modo che sia da tutti capita e condivisa.

·         di un sistema di Welfare completamente ripensato, che tenga conto dell’invecchiamento della nostra popolazione.

 

In campo economico abbiamo bisogno:

·         di un sistema fiscale che diminuisca sensibilmente le tasse con la detrazione dall’imponibile tassabile di ogni cittadino di tutte spese sostenute ed assicuri una maggiore equità distributiva dei redditi e della capacità di consumo dei cittadini.

·         di una completa ristrutturazione della Pubblica Amministrazione centrale e locale orientata ad eliminare gli sprechi, con progressiva riduzione della spesa pubblica e quindi del debito pubblico, inserendo competenze in grado di trasformare la Pubblica Amministrazione in produttore di servizi efficienti.

·         di una politica economica che coinvolga tutta la nostra comunità e stimoli le ambizioni personali di tutti i cittadini nel medio-lungo periodo, abbandonando progressivamente il modello di sviluppo che abbiamo avuto negli ultimi due secoli, ormai non più replicabile essendo mutati gli scenari politici, sociali e le condizioni economiche che lo hanno favorito, per iniziare una nuova era che necessariamente deve riprendere a garantire l’autonomia del nostro Paese per soddisfare i bisogni primari delle comunità: energia, agricoltura e salvaguardia dell’ ambiente.

 

In campo politico abbiamo bisogno:

·         di coinvolgere maggiormente i cittadini nella gestione pubblica adottando gli strumenti di DEMOCRAZIA DIRETTA presenti nella nostra CARTA COSTITUZIONALE:

o    la petizione popolare (articolo 50),

o    l’iniziativa popolare legislativa (articolo 71),

o    il referendum abrogativo (articolo 75) e quello confermativo (articolo 138).

 

 

Continua a leggere

 

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.